27.03

2019

Assicurazione sugli sci, quale scegliere

DOPPIA UTILITÀ: TUTELARE SÈ STESSI E TERZI IN CASO DI INCEDENTI

Assicurazione per la montagna e per gli sci: i consigli

Come è ben noto, lo sci è uno sport pericoloso se non si è attenti e l’eventualità di incidenti è elevata. Spesso gli infortuni vengono causati dall’imprudenza di alcuni sciatori che scendono a velocità eccessive o sono distratti, ma anche semplicemente a causa dei tipici sovraffollamenti nelle piste durante l’alta stagione. Molte persone prima di partire si domandano se sia il caso di acquistare un’assicurazione aggiuntiva o se sia soltanto uno spreco di soldi. Solitamente, negli impianti sciistici l’assicurazione non è obbligatoria escluso il Piemonte dove è obbligatoria e nel caso in cui non l’abbiate acquistata prima, sarete costretti ad acquistarla in loco assieme allo ski-pass. Andiamo ora a valutare quali siano i benefici di un’assicurazione personale portando anche qualche esempio tra le più conosciute sul mercato.

Paganella SkiArea

L’assicurazione sugli sci ha principalmente due utilità: la prima è la copertura della propria persona, la seconda la copertura di terzi in caso si abbia provocato un incidente. La copertura personale garantisce in caso di infortunio, decesso, spese mediche o anche semplicemente arrivo dell’elisoccorso considerando che in alcune zone non è gratuito. Questo primo tipo di assicurazione, la cosiddetta polizza vita, entra in atto quando ci si fa male da soli, per esempio a seguito di una caduta durante la discesa.
Al contrario, nel caso in cui si abbia l’esigenza di tutelare la propria responsabilità civile verso terzi, ecco che entra in gioco il secondo tipo di assicurazione che vi potrà essere proposta. Infatti, nel caso in cui si causi un incidente, l’eventuale persona ferita potrebbe richiedere il pagamento di spese mediche e quant’altro. In aggiunta, nel caso in cui l’infortunio abbia arrecato un danno permanente, il ferito potrebbe anche chiedere il risarcimento per danni fisici. Ovviamente un risarcimento per danno fisico o il pagamento delle spese mediche non è cosa da poco e in molti casi potrebbe essere un vero e proprio problema trovarsi un’ingente somma  di spese da pagare.
Nel momento in cui abbiate scelto di acquistare un’assicurazione, arriva la parte più difficile: districarsi tra le varie offerte che vi verranno proposte e capire quale sia la soluzione più utile per i vostri interessi.
Tutti gli impianti sciistici sono dotati di assicurazione in caso di infortuni ma spesso coprono solo quelli  gravi quali disabilità o morte, mentre non garantiscono spese mediche e spese accessorie. Inoltre, nel caso in cui l’incidente sia causato da una distrazione o da una non osservanza delle regole da parte di uno sciatore, la responsabilità dell’infortunio ricade su quest’ultimo e non sull’impianto. Ricordiamo che se siete tesserati FISI (Federazione Italiana Sport Invernali), con l’acquisto o il rinnovo della tessera è inclusa un’assicurazione che però copre solo in caso di morte o disabilità mentre altre forme integrative offerte dalla Federazione sono a pagamento.
Solitamente l’assicurazione si acquista da casa prima di partire, ma alcuni impianti sciistici offrono un supplemento da aggiungere al costo dello skipass e che è valido giornalmente o settimanalmente. Ovviamente acquistando da casa si ha tutto il tempo per valutare quale sia la migliore in termini di prezzo, copertura e massimali.
Ma quali sono le polizze più famose e usate nel mercato? Tra le più conosciute troviamo Snowcare che solitamente viene offerta negli impianti insieme allo ski-pass e offre una copertura settimanale o giornaliera, ma non per l’intera stagione. I massimali sono abbastanza bassi (150.000 euro per la RCA con il 10% di franchigia) e il costo è di 2.50 euro al giorno.
Altra casa assicurativa abbastanza conosciuta tra gli sciatori è la Columbus Assicurazioni che da qualche anno oltre che le comuni offerte per viaggi, offre anche un’assicurazione sugli sci. Per poterla acquistare però bisogna avvalersi dell’assicurazione completa per viaggi, quindi può apparire costosa, ma offre altri benefits esterni ad infortuni sulle piste. Queste sono solo due delle tante polizze assicurative per gli sci esistenti, e nel caso in cui abbiate già una vostra assicurazione personale, non dimenticatevi di controllare se anche gli sport invernali sono inclusi.

 

 

Tags 

IN EVIDENZA

NUOVA PISTA SELLETTA-DOSSON PRONTA PER LA NUOVA STAGIONE

IN PAGANELLA AL BIKEPARK, MA SEGUITE LE REGOLE PER EVITARE INCIDENTI!

Il Blog

I maestri della Scuola Italiana di Sci Dolomiti di Brenta di Andalo in Trentino alla scoperta del mondo degli sport sulla neve: tante storie, consigli e indicazioni da non perdere per restare sempre aggiornati!