10.01

2019

Come vestire i più piccoli sulla neve?

I BAMBINI SONO SEMPRE IN MOVIMENTO, MEGLIO PIÙ STRATI SOTTILI

Come vestire i bimbi sulle piste da sci?

Pronti per la settimana bianca sulle montagne di Andalo? I nostri maestri di sci vi aspettano per godervi insieme la bellezza del paesaggio e duvertirvi sulle piste della SkiArea Paganella.
Molto spesso ci chiedete come vestire i vostri bambini in vista di qualche giorno sulla neve o di una settimana bianca. In questo post vi spiegheremo quali sono le linee guida da seguire per fare in modo che vostro figlio non soffra il freddo, ma non si surriscaldi, sia ben protetto, ma non troppo scomodo…insomma qui troverete ogni sorta di consiglio per mettere fine ai vostri dubbi!
Ricordiamoci innanzitutto che un bambino di 5-6 anni sempre in movimento non soffrirà il freddo come lo soffriamo noi, anzi! Inoltre i bambini hanno un battito cardiaco molto elevato e le sue arterie ci mettono molto meno per portare il sangue a tutto il corpo. Perciò attenzione! Non vestite il vostro bambino pensando che abbia le vostre stesse sensazioni termiche perché non sarà così, spesso i più piccoli sudano molto più di noi poiché il corpo ci mette molto meno a riscaldarsi!

Bambini e sci: divertimento assicurato!

Al contempo, non sottovalutate mai la temperatura esterna che potrebbe facilmente spingersi sotto lo zero nel periodo invernale e controllate sempre il meteo prima di uscire.
Uno dei metodi più antichi e che abbiamo sentito tante volte dalle nostre nonne è il concetto di vestirsi “a cipolla”. Anche se sembrerà banale, indossare tanti strati sottili è molto vantaggioso perché mantiene la temperatura corporea e non disperde calore ma allo stesso tempo disperde efficacemente l’umidità offrendo una buona libertà di movimento.
Lo strato interno è quello più a contatto con la pelle e deve assolutamente essere caldo. Una biancheria intima tecnica può aiutare ad allontanare dal corpo il sudore e mantenere il bambino asciutto quindi anche se non sarà facilissimo trovarla provate a cercarla in qualche negozio di indumenti sportivi.
Lo strato intermedio funge da supporto alla biancheria intima e ha il compito di far evaporare l’umidità e riscaldare a sua volta. Spesso si usa un sottile maglione di pile o lana merino che aiutano a far traspirare e a mantenere il corpo asciutto.
Lo strato esterno è invece una protezione contro gli eventi atmosferici: deve essere impermeabile e antivento e dotata di una membrana che garantisca una perfetta tenuta contro l’umidità. Nel momento in cui acquisterete una tuta da sci, ricordatevi di controllare l’indice di impermeabilità che viene indicato sulle etichette con la dicitura “colonne d’acqua” la quale indica la pressione che l’acqua deve esercitare su un materiale prima che il materiale stesso lasci penetrare l’acqua. La misurazione avviene in millimetri e con una colonna d’acqua superiore a 1300 mm il capo d’abbigliamento è impermeabile. Le giacche da sci di medio livello hanno un’impermeabilità di circa 5000 mm. Ricordiamoci che ai bambini piace tantissimo sciare sotto la neve e in caso di forte nevicata la giacca sarà sottoposta per 3-4 ore alle intemperie, quindi non sottovalutate questo fattore! Solitamente per una buona traspirazione la membrana più utilizzata e conosciuta è il Gore-Tex mentre per avere un buon isolamento termico la piuma d’oca tiene caldo e può essere facilmente compressa quindi non ingombra. Alcune volte infatti la tuta da sci può essere eccessivamente ingombrante e questo non facilita il bambino nei movimenti, ma anzi rende la discesa più faticosa!
Per quanto riguarda gli scarponi e calzini, scegliete la taglia giusta così da non infastidire il bambino e non fargli sentire male al piede e utilizzate calzini termici ma non mettete due calze perché comprimendo la circolazione nel piede otterrete l’effetto contrario a quello desiderato: i piedi diventeranno freddi! Per quanto riguarda i guanti per i più piccoli vi consigliamo le moffole (manopole) che sono facili da inserire e togliere. Se c’è il sole utilizzate gli occhialini mentre se è prevista neve la maschera da sci è quella più adatta. Non dimenticate mai la crema solare perché i raggi del sole in alta montagna e riflessi sulla neve sono molto forti e potrebbero provocare scottature considerando anche che la pelle dei bambini è molto sensibile.
Speriamo di essere stati completi nella nostra spiegazione e vi aspettiamo sulle nostre piste della Paganella!

 

 

IN EVIDENZA

DOPPIA UTILITÀ: TUTELARE SÈ STESSI E TERZI IN CASO DI INCEDENTI

NUOVO TRAIL CENTER DI ANDALO ED UN NUOVO FLOW TRAIL "ZANNA BIANCA" 

Il Blog

I maestri della Scuola Italiana di Sci Dolomiti di Brenta di Andalo in Trentino alla scoperta del mondo degli sport sulla neve: tante storie, consigli e indicazioni da non perdere per restare sempre aggiornati!