13.11

2018

Cosa mangiare durante una giornata sugli sci?

OLTRE ALLA PREPARAZIONE FISICA, È IMPORTANTE  UNA DIETA EQUILIBRATA

cosa mangiare quando si sci

Oltre alla preparazione fisica, è importante avere una dieta equilibrata ed energetica per chi decide di trascorrere una giornata sulla neve sciando e facendo attività fisica all’aperto. La dieta sarà qualitativamente uguale a quella di una persona sedentaria. Infatti le quantità cambiano, ma è assolutamente sbagliato credere che facendo attività fisica si possano mangiare tutti i cibi ipercalorici solitamente associati all’attività sportiva e alla fatica. Mangiare salumi, salsicce con birra e dolce e magari grappa o digestivo finale non aiuterà di certo la vostra prestazione sugli sci, anzi! L’alcool rallenta i riflessi e va quindi a danneggiare la lucidità durante la discesa. Inoltre, bisogna sfatare il falso mito che bere un po’ di grappa o superalcolico aiuti a far passare il freddo. Le bevande alcoliche infatti danno nell’immediato una sensazione di calore causata dalla vasodilatazione. Presto però avviene nel nostro corpo una vasocostrizione che è esattamente l’effetto contrario e provoca la sensazione di maggiore freddo. Quindi attenti alle vostre scelte nei rifugi!

Sciare Paganella

Partiamo dall’idratazione che è di fondamentale importanza. Molto spesso si sottovaluta questo bisogno perché le basse temperature limitano la sudorazione, ma bisogna ricordare che sotto sforzo fisico il nostro corpo ha bisogno di abbondanti quantità di acqua.
Per quanto riguarda invece l’alimentazione, ricordiamo che gli zuccheri sono la fonte energetica per eccellenza, ma anche le proteine sono fondamentali per il trofismo muscolare. Sulle piste da sci e sotto sforzo bisogna mantenere il principio secondo cui la maggioranza delle calorie deriva dai carboidrati (circa il 55-60%), mentre è consigliabile limitare i grassi poiché, rendendo più laborioso e lungo il processo digestivo, potrebbero appesantirci. Le proteine sono importanti ma la loro dose non deve eccedere il 10-12% del fabbisogno giornaliero poiché un’eccessiva assunzione potrebbe addirittura diventare dannosa per la salute.
La prima colazione è il pasto più importante, ancora di più se il nostro fisico ha bisogno di energia per affrontare una giornata sulla neve. Si stima che la colazione dovrebbe apportare circa il 20% dell’energia giornaliera. Ovviamente mangiare cose troppo pesanti e difficilmente digeribili è sconsigliato perché rallenta il rendimento fisico durante la giornata. Si può optare per yoghurt, fette biscottate con marmellata, biscotti secchi o brioche vuota. Da bere una tazza di latte o una spremuta d’arancia e tè o caffè a piacere.
Dopo la mattinata di sforzo fisico, arriva la tanto attesa pausa pranzo. La maggior parte degli sciatori mangia in rifugio o in un ristorante a bordo pista e questi sono i consigli che vi diamo. Ottimo è il piatto unico che può variare da un piatto di pasta condito o una zuppa con verdure, legumi e pasta, allo stesso modo potete optare per gnocchi o spätzle per ricaricare il vostro fisico. Se invece prediligete un secondo, potete gustare un piatto con polenta e spezzatino o formaggio. Evitate se potete piatti ricchi di grassi ed elaborati per agevolare al vostro fisico la digestione.
Se durante il pomeriggio avete voglia di uno spuntino, potete optare per un pezzo di cioccolata stando attenti che sia il più fondente possibile, altrimenti potete mangiare una barretta energetica o fermarvi in rifugio e gustarvi una cioccolata calda.
Arrivata l’ora della cena, stessa regola della colazione e del pranzo, un pasto semplice e non eccessivamente elaborato. Potete scegliere un primo e un contorno di verdura o un secondo di carne o pesce con contorno. Evitate fritti e cibi troppo pesanti così da essere in forma per tornare sulle piste il giorno seguente!
Sia dopo pranzo che dopo cena potete ogni tanto concedervi una fetta di dolce che renderà ancora più dolci le vostre discese. La cosa più importante è non esagerare e non cadere nella convinzione che facendo attività fisica si possa mangiare ciò che si vuole. Sulle piste della Paganella non mancano rifugi e ristoranti che offrono pasti adatti alla dieta dello sportivo, sia per adulti che bambini…. vi aspettiamo!

IN EVIDENZA

IN SELLA CON SANTA CRUZ E GIANT E A FINE STAGIONE SI POSSO ACQUISTARE!

GIOBBE GALLIZI: "SANTA CRUZ E GIANT A NOLEGGIO E PERCORSI MOZZAFIATO"

Il Blog

I maestri della Scuola Italiana di Sci Dolomiti di Brenta di Andalo in Trentino alla scoperta del mondo degli sport sulla neve: tante storie, consigli e indicazioni da non perdere per restare sempre aggiornati!